ostuni

la citta bianca nella piana degli ulivi

bandiera blu
Ostunisi è guadagnata l'appellativo di "Città bianca" per l'abbagliante candore degli edifici intonacati a calce del suo delizioso borgo antico. Ostuni domina la campagna murgiana da un'altezza di circa 300 mt. e gode di un panorama invidiabile, affacciandosi sul litorale adriatico costellato dai complessi turistici di Rosa Marina, Pilone, Villanova e Costa Merlata rinomati per la loro bellezza e apprezzati per la purezza del loro mare. Ostuni, detta «città bianca» oppure «città presepe» per la conformazione ed il biancore delle case costituenti il nucleo antico, è un autentico ed inimitabile esempio di architettura mediterranea. erranea. La città comprende un nucleo storico (rione Terra), dalla struttura urbanistica circolare, sviluppatosi intorno alla Cattedrale e tuttora circondato dai bastioni aragonesi del sec. XV, e i nuovi quartieri residenziali, sorti soprattutto lungo le pendici del terrazzo murgi
Ostuni panorama
Ostuni - rappresenta una delle località di maggiore attrazione turistica balneare di livello internazionale: una bellezza costiera con chilometri di spiagge bianche e immerse nella macchia mediterranea, alternate da piccole insenature e scogliere alte e frastagliate, acque limpide e cristalline che da anni assicurano al nostro comune il riconoscimento della "Bandiera Blu", emblema della qualità delle acque e sigillo di garanzia sotto l'aspetto ambientale. Anche quest'anno 2013 per la 19ª volta ormai è un record, la Città Bianca è stata insignita dalla FEE (Fondazione per l'educazione ambientale) del prestigioso riconoscimento assegnato per la qualità delle acque, della costa, dei servizi, misure di sicurezza ed educazione ambientale: La Bandiera Blu. E non solo ottenendo il riconoscimento delle cinque vele dal Touring Club, classificandosi al 9 posto Ostuni è una delle dieci località pugliesi ad aver ricevuto questo riconoscimento, un riconoscimento che consente ai turisti di avere delle certezze in merito alla pulizia delle acque e delle spiagge oltre che sui servizi offerti per le loro vacanze

Cosa vedere ad OSTUNI

Tra le cose da fare consigliamo anzitutto:
PRINCIPALI CHIESE DI OSTUNI
La Cattedrale dell'Assunta, XV sec., è stata dichiarata monumento nazionale nel 1902 ed è uno dei più famosi monumenti di Puglia. E’ di architettura quattrocentesco tardo-gotica con un bel rosone. L'interno conserva opere importanti tra cui una Madonna con Santi di Palma il Giovane.

Chiesa di S. Vito Martire
, XVIII sec., in stile rococò, annessa al monastero delle Carmelitane. E’ chiusa al culto, ma conserva i resti di Delia, la donna gestante sepolta circa 24.000.
Il monastero ospita il Museo delle civiltà preclassiche della Murgia Meridionale.

Chiesa del Purgatorio ed artistico oratorio
; XVIII sec.
Monastero claustorale delle Benedettine, XVI sec.

Chiesa dello Spirito Santo
, conserva un bel portale su cui vi è scolpita l'Annunciazione, la morte e l'ascensione al Cielo della Vergine.

Piazza della Libertà
è il punto centrale della città: vi si affaccia il Palazzo del Comune, che inizialmente fu convento francescano. Nella piazza s’innalza la Guglia di Sant'Oronzo, del 1771, con il Santo patrono che benedice e protegge la città.
La statua viene portata in processione ad agosto nella tradizionale Cavalcata di Sant'Oronzo con la parata di cavalli e cavalieri in un’appassionante e suggestiva manifestazione folcloristica
Visitare ostuni
La meravigliosa cittadina di Alberobello, unica al mondo per il suo paesaggio, si estende fra due amene colline divise da un avvallamento che occupa tutta la parte bassa a sud. Questo spiazzo, oggi chiamato Largo Martellotta, un tempo era detto Largo delle Fogge perché occupato da tante cisterne nelle quali si conservava l’acqua piovana che scendeva a valle per i periodi di siccità..
come arrivare - ostuni
IN AEREO: l'aeroporto di Brindisi dista circa 35 Km, mentre quello di Bari circa 80 Km

IN TRENO: I maggiori treni provenienti dalla linea adriatica o tirrenica fermano alla stazione ferroviaria di Ostuni. Questa dista circa 4 Km dal centro cittadino ed è collegata da un comodo servizio di bus di linea.

IN AUTO: per chi proviene dall'autostrada A1, uscire a Bari Nord e proseguire lungo la superstrada litoranea Bari/Brindisi. Evitare la prima indicazione di uscita per Ostuni/Cisternino e proseguire fino alla uscita Ostuni/Pilone/Rosa Marina. Proseguire quindi per Ostuni (9 Km).

 

.
Il TERRITORIO -

La collina, la pianura, il mare E' un territorio fertile ed intensamente coltivato, compreso tra la fascia costiera adriatica e l'entroterra collinare murgiano (200-300 m slm). La collina, formata dalla bianca roccia calcarea sulla quale è adagiato un sottile strato di terra rossa, da origine ad un paesaggio dolcemente ondulato di singolare bellezza con terrazze, ampi avvallamenti, grotte e panorami che spaziano sulla vicina costa. Non esistono fiumi, l'acque piovana si infiltra nei meandri della roccia, creando corsi d'acqua sotterranei. In prossimità del mare l'acqua riemerge in sorgenti d'acqua dolce. Il litorale si estende lungo il mare Adriatico ed è caratterizzato dal succedersi di insenature naturali, arenili di sabbia fine, scogliere che si specchiano in un mare limpido, azzurro, pulito e pescoso. Nonostante la presenza di insediamenti ricettivi per ospitare i numerosi turisti, sopravvivono con forza tratti costieri di notevole bellezza paesaggistica e naturalistica. Le dune comprese tra Torre Canne e Torre San Leonardo sono riconosciute come Riserva Naturale Regionale e offrono la possibilità di balneazione su lunghi arenili sabbiosi tra le alte dune coperte di ginepri. Attigua al litorale di Ostuni è la Riserva Naturale dello Stato di Torre Guaceto, in agro di Carovigno, un'area naturalistica di circa 1. 100 ettari, dichiarata di interesse internazionale. La splendida palude ospita acquitrini e dune con macchia mediterranea ed accoglie una ricchissima fauna, in particolare uccelli migratori acquatici che qui stazionano e si riproducono..

 

L'interno del trullo sovrano - Alberobello
L’interno del trullo sovrano è costituito da ben 12 ambienti coperti da altrettanti trulli ben accorpati fra di loro. Appena si entra ci si trova nella cosiddetta sala. E’ la sala più imponente ed anche la più importante da un punto di vista strutturale in quanto sopra la sua volta a padiglione si erge il trullo sovrano. A piano terra si colloca sulla sinistra la camera da letto arredata con mobili di inizio Novecento. Ai lati della finestra, creata solo all’inizio del Novecento, ci sono due nicchie scavate del muro nelle quali furono ritrovati oggetti sacri appartenuti al sacerdote Antonio Sumerano (1822-1895) che salvò dalla soppressione dei conventi del 1860. Varcando gli archi intercomunicati delle altre stanze si giunge nella grande sala da pranzo, che in realtà è la parte più antica di tutto il complesso risalente al Seicento.
RISTORANTI
La Cantina
  • ndirizzo: Vico Lippolis 8 (ang. Corso Vittorio Emanuele), Alberobello, Italia
  • Località: Europa  >  Italia  >  Puglia  >  Provincia di Bari  >  Alberobello
  • Numero di telefono: +39 080 432347