alberobello

la citta dei trulli

patrimonio dell'unesco
Masseria Cappuccini, dista 10 km da Alberobello uno dei 100 borghi piu belli d'italia. Si affaccia nella valle d'itria
Unsplashed background img 2

Cosa vedere ad alberobello

Tra le cose da fare consigliamo anzitutto:
Parrocchia Sant'Antonio di Padova
Si colloca all’estremità del Rione dei Monti e sembra voler chiudere scenograficamente il paesaggio della parte storica di Alberobello. Fu costruita nell’arco di 14 mesi e aperta al pubblico il 13 giugno 1927. Questa direzione così celere fu opera del sacerdote don Antonio Lippolis (1886-1972) che si affidò nella progettazione all’ingegnere Signorile Bianchi e al maestro De Leonardis. Secondo la tradizione pare che il sacerdote scandalizzato dalla diffusione del protestantesimo decise di edificare un nuovo sito religioso quale simbolo contro le eresie e questo d’altronde giustificherebbe la celerità.
La chiesa fu intitolata al Cristo Re dell’Universo e dedicata al Santo di Padova, definito a suo tempo il “martello degli eretici”.
Visitare alberobello
La meravigliosa cittadina di Alberobello, unica al mondo per il suo paesaggio, si estende fra due amene colline divise da un avvallamento che occupa tutta la parte bassa a sud. Questo spiazzo, oggi chiamato Largo Martellotta, un tempo era detto Largo delle Fogge perché occupato da tante cisterne nelle quali si conservava l’acqua piovana che scendeva a valle per i periodi di siccità..
Il trullo Siamese - Alberobello
Il trullo Siamese è forse tra i più antichi trulli di Alberobello, se è vera l'iscrizione epigrafica del portale che riporta la data 1400, oltre al resaturo eseguito dai fratelli Mataresse nel 1997. A prescindere dalla veridicità della data che lascia nel dubbio molti storici, sta di fatto che la struttura ne avvale la storicità remota. In realtà, la struttura compatta e possente della muratura potrebbe storicamente confermare questa origine, in quanto i trulli più antichi di solito presentano un perimetro circolare e murature molte robuste. Infatti la pianta è quasi ellittica e il trullo è costruito su una roccia sporgente, circoscritto da un contrafforte di grossi macigni.
Il trullo Sovrano - Alberobello

Costruito nella prima metà del Settecento, fra il 1775 e il 1780, è l’unico trullo con un piano sopraelevato e per questo detto "Sovrano". Infatti il termine sovrano deriverebbe dalla trasposizione vernacolare di suprèn, che vuol dire appunto piano superiore o soppalco. Le sue misure sono straordinarie; basti pensare che la cupola raggiunge i 14 metri di altezza, segno della grande abilita costruttiva della pietra “a secco” raggiunta dai maestri trullari.

 

L'interno del trullo sovrano - Alberobello
L’interno del trullo sovrano è costituito da ben 12 ambienti coperti da altrettanti trulli ben accorpati fra di loro. Appena si entra ci si trova nella cosiddetta sala. E’ la sala più imponente ed anche la più importante da un punto di vista strutturale in quanto sopra la sua volta a padiglione si erge il trullo sovrano. A piano terra si colloca sulla sinistra la camera da letto arredata con mobili di inizio Novecento. Ai lati della finestra, creata solo all’inizio del Novecento, ci sono due nicchie scavate del muro nelle quali furono ritrovati oggetti sacri appartenuti al sacerdote Antonio Sumerano (1822-1895) che salvò dalla soppressione dei conventi del 1860. Varcando gli archi intercomunicati delle altre stanze si giunge nella grande sala da pranzo, che in realtà è la parte più antica di tutto il complesso risalente al Seicento.
RISTORANTI
La Cantina
  • ndirizzo: Vico Lippolis 8 (ang. Corso Vittorio Emanuele), Alberobello, Italia
  • Località: Europa  >  Italia  >  Puglia  >  Provincia di Bari  >  Alberobello
  • Numero di telefono: +39 080 432347